“50 Sfumature di”…Marketing

Da buona squattrinata sono affascinata dai fenomeni mediatici che vincono sul mercato e quindi sono andata al cinema a vedere un film vietato ai minori con un occhio più al marketing che al “bondaging”!

Effettivamente la promozione è la cosa più interessante del film “50 Sfumature di grigio” perché in termini cinematografici è stato abbastanza deludente e nemmeno così erotico come ci si aspettava. Proprio qui è la bravura di chi si è occupato della promozione del film che ce l’ha venduto come la trasgressione cinematografica del nostro secolo, tipo “Ultimo tango a Parigi”, ma in realtà poi ci ha proposto niente di più e niente di meno che una fanfiction di Twilight!

Kristen-Stewart-clapping-GIF
Sì…mi applaudo da sola!

Dopo tante storie d’amore in tutte le salse (famiglie rivali, vampiri ed umani, prima classe e terza classe), negli ultimi anni il pubblico non sembrava più così interessato alla semplice storia d’amore, voleva qualcosa in più. E allora cosa c’è di meglio dell’aggiunta di un po’ di sana, attualissima e per niente politically correct violenza contro le donne?! 

Così funziona la società: più le cose sono controverse più la gente è curiosa, e la curiosità è una di quelle caratteristiche che ci rende umani. Io non ho saputo resistere e ho passato due ore a sorridere alle surreali battute dei protagonisti (che hanno rovinato la loro giovane carriera) e a chiedermi cosa fosse il fisting! :O ???!!!!

che significa?

Non ho provato l’imbarazzo o il disgusto che molti spettatori hanno detto di aver provato, anzi mi è sembrato ironico vedere come questo film avesse portato al cinema persone di tutti i tipi e di tutte le età, aspettandosi probabilmente di vedere molti più PENI di quelli che poi realmente la pellicola ha mostrato: cioé zero!

  • Conclusione marketing: nella pubblicità non ci sono regole etiche, soprattutto quando non esiste la formula “soddisfatto o rimborsato”. Creare aspettativa e poi deluderla non ti creerà problemi al portafoglio caro regista. Se mai alla reputazione…ma hai ragion, con quella il mutuo non lo paghi! Chapeau
  • Conclusione artistica: i libri sono sempre meglio dei film ma se proprio avete finito tutti i film di Rocco, sarete sicuramente più soddisfatti da “100 colpi di spazzola” che da “50 sfumature di grigio”! #QuestioneDiNumeri Lol
  • Conclusione realista: col cavolo che quella si faceva frustare se Gray non fosse stato un miliardario! I soldi non fanno la felicità…ma ti fanno vedere le cose in modo mooolto diverso!

Questo è il perfetto riassunto del film.

Lei: “E io che ci guadagno (a farmi malmenare)?!”

Lui: “Me!”.

E vissero tutti felici e contenti!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...