Avventure Australiane – FAUNA DA OSTELLO!!!

Sì ragazzi, ho 30 anni e invece di farmi una famiglia condivido la stanza con 11 poco più che ventenni, lavo la roba nel lavandino del bagno (come ai tempi dell’università) e faccio la fila per usare dei fornelli malfunzionanti in cucina.

too old

Vita dura quella dei Backpackers, così ci chiamano a noi “immigrati di lusso”, che viaggiamo con lo zaino in spalla, facciamo lavori umili anche se laureati e poliglotti e rappresentiamo un enorme business per l’economia di questo paese che di ingenuo non ha neanche un pelo!

eyes

Comunque per alleggerire un po’ i toni oggi a grande richiesta delle mie amiche donne, scriverò sui personaggi della mia stanza, o almeno quelli che sono qui da più tempo.

La maggior parte di loro si sveglia il mattino alle 6 e va a lavorare in cantiere, quando tornano al pomeriggio io di solito sono in stanza a mandare cv se sono off, e a riposare se invece ho lavorato. In ogni caso non mi perdo mai l’entrata trionfale bella sudata stile pubblicità anni’90 della Coca Cola, di nessuno di loro.

C’è l’americano di Orlando che entra e la prima cosa che fa e spogliarsi e accendere il suo tablet e il ventilatore perché dice che gli da fastidio ascoltare la gente respirare. Lol

fauna da ostello

Accanto a lui c’è un’inglese fisicato che come se non bastasse il lavoro in cantiere ogni sera va in palestra a sollevare altri pesi. Mha! Contento lui…contente noi!

fauna da ostello

Giusto accanto al mio letto c’è un italiano molto strano che spesso parla da solo, non sappiamo se è per le pillole che sta prendendo per una puntura di ragno al piede o se è proprio fuori di suo. Fatto sta che è inquietante e che l’altra notte con il suo balbettare ha svegliato l’americano che con tono da texano che sta per tirar fuori un fucile gli fa “are you alright man?!

fauna da ostello

Alla fine se n’è andato a dormire buono buono e la cosa è finita lì.

I dirimpettai di letto a castello sono due tedeschi biondicci e rachitici (confronto ai fisicati di fronte) che parlano poco ma che sono quasi sempre in mutande, e chi mi conosce sa che per me i rachitici hanno un certo fascino eheheh.

tedeschi

Per finire accanto a me, c’è una ragazza asiatica che passa le sue giornate a letto a guardare il telefono. Sono qui da una settimana e non ho ancora sentito la sua voce.

fauna da ostello

Questa è la gente con cui vivo, che nonostante tutto non sfiora neanche lontanamente la stranezza di certi soggetti con cui ho vissuto in passato, quindi in fin dei conti sto bene.

L’unica pecca è che sti ragazzini bevono come delle spugne e quando esci con loro non sai mai come va a finire la nottata. Sabato sono uscita con loro e al ritorno in taxi avevano pattuito con il tassista (dall’aspetto davvero poco raccomandabile) che gli avremmo dato15$ in più perché eravamo in 9. Ma arrivati a destinazione gli abbiamo pagato la cifra che indicava il tassametro, senza la sovrattassa a nero che gli avevamo promesso. Il tassista ha sclerato e ci ha bloccato le porte portandoci a qualche isolato di distanza, praticamente sequestrati!

david-bowie-concerned

All’improvviso una delle ragazze si è fatta venire un attacco di claustrofobia e tutti hanno iniziato a gridare di farci scendere battendo i pugni sul tetto dell’auto.

Io dall’alto della mia calma stoica, sono rimasta in silenzio, scioccata dalla situazione e quando già mi immaginavo a passare la notte in caserma o peggio nel sottano del tassista ehehe, il ragazzo seduto davanti è riuscito ad aprire la sua porta e ad un semaforo con un balzo felino ci ha liberati e siamo fuggiti via lasciando il tassista inveire nella sua lingua (arabo suppongo).

7400638

Queste sono le avventure che a posteriori fanno quasi ridere ma che al momento eviteresti volentieri. Ma la vita è fatta anche di queste cose: imprevisti, cattive compagnie e tanta adrenalina. Ma la vostra SquattriNata è sana e salva e quando possibile tenta di risolvere i conflitti con diplomazia. Lol

Essere squattrinati e cercare di risparmiare va bene ma non come quei pazzi dei miei compagni di taxi, rischiando la pelle. Be kind, be honest!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...