Diario di bordo – Goodbye Sydney

E’ ora di partire amici SquattriNati, ora di lasciare questa terra che un anno fa era sconosciuta ai miei occhi e che ora riempie quegli occhi di lacrime.

Festeggio il mio capodanno oggi, la conclusione del mio anno nelle terre lontane e come si fa alla fine di ogni anno che si rispetti, si tirano le somme:

AMICI

che si possano chiamare tali si contano probabilmente sulle dita di una mano ma non è una novità, ormai sono un’esperta in questo e so che su 50 persone nuove che conosci, solo con 3 parlerai ancora in futuro. Ma quelle 3 sono per sempre!

farewell party

LAVORO

qui ce n’è tanto se ci si adatta e io non mi tiro indietro facilmente, quindi ho cucinato hamburger, raccolta spazzatura, distribuito posta, servito da bere e cambiato pannolini. Sono tutte esperienze che ti fanno rendere conto che si è capaci di imparare qualsiasi cosa e che tutte le menate sul “lavoro della vita”, sul “crearsi una posizione”…per me sono insignificanti, perché l’importante alla fine del mese é riuscire a pagarsi le spese e magari qualche vizio. Se poi non si odia totalmente ciò che si fa e si ha un po’ di tempo per viaggiare, è sicuramente più sano!

making pizza

l’AMORE

(se si può chiamare tale) è come al solito passeggero, del resto come la sottoscritta. Ma nonostante alcune entrate trionfali e le uscite in sordina, per nulla al mondo mi perderei quei piccoli momenti di felicità.

capodanno sydney

E’ stato l’anno in cui sono tornata a scrivere lettere vere, l’anno in cui ho solcato i palcoscenici di ogni karaoke di Sydney dando voce finalmente a uno dei miei talenti nascosti, l’anno in cui il mio vegetarianesimo è caduto miseramente ai piedi di un succulento cheese burger, l’anno della terribile vita di condivisione dove non sei mai solo ma lo sei sempre. L’anno in cui ho smesso di pensare che un giorno quel qualcuno sarebbe tornato.

Il mio proposito per il nuovo anno?! trovare un compagno di viaggio che non sia solo una metafora, ma che mi accompagni sul serio nei miei viaggi perché ora che ho aperto i miei orizzonti oltreoceano…e chi mi ferma più!

Come Doroty seguo il sentiero dorato….e il mio….è pieno di incroci!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...